Cartella Clinica Parmenide

Torna all'elenco delle news

Prescrizione Eparine - protocollo 0222576 del 5/04/2019

Pubblicato: 10/05/2019 - Categoria: Generale


Si trasmette per opportuna conoscenza il protocollo della regione sulla prescrizione delle eparine. (in allegato la nota ufficiale)


INTRODUZIONE

Facendo seguito alla richiesta di chiarimenti sulle modalità di prescrizione di eparine a basso
peso molecolare (EBPM) in Regione Campania si specifica che, ai sensi del DCA 66/2016 artt. Sa e 5b, come ribadito con nota prot. n. 0805633 del 06 dicembre 2017,

tutte le prescrizioni dei farmaci compresi nel Prontuario della Continuità Ospedale-Territorio (A-PHT), quando effetuate da parte di Aziende Sanitarie o strutture abilitate dalle AA.SS.LL, devono essere effettuate attraverso il Modello Unico di Prescrizione (MUP) informatizzato presente su Sani.ARP, indipendentemente dalla necessità o meno del Piano Terapeutico (PT) previsto dalla normativa nazionale.

DUNQUE, quando l'eparina è prescritta in ospedale, l'ospedale stesso dovrebbe compilare il MUP su SANIARP

le EPARINE sono farmaci classificati in fascia A di rimborsabilità e in base alle indicazioni terapeutiche per cui si utilizzano, prevedono differenti modalità prescrittive e di erogazione.
Vediamo quali sono questi casi:


CASO 1
rientrano nel Prontuario della Continuità Ospedale-Territorio (HT) se prescritte per la profilassi della TVP dopo interventi ortopedici o chirurgici maggiori:
Per tali indicazioni  sussiste l'obbligo a carico del medico prescrittore di redigere il Modello Unico di  Prescrizione (MUP) infonnatizzato attraverso la piattaforma regionale Sani.ARP ed il canale esclusivo di distribuzione è la Distribuzione per Conto (DPC); 

 

CASO 2
per tutte le restanti indicazioni autorizzate in scheda tecnica, le EBPM appartengono ali 'area "T" (Territoriale) della cronicità, con prescrizioni da parte dei MMG e PLS su ricetta dematerializzata oppure ricetta rossa priva dell'indicazione DP nel campo "tipo ricetta" e vengono erogate dalle farmacie di comunità attraverso il canale convenzionale;

 

CASO 3
infine, rientrano nei casi previsti dalla L.648/96 per le indicazioni terapeutiche di seguito riportate:

  • profilassi del tromboembolismo in gravidanza e puerperio per le pazienti a rischio;
  • profilassi delle trombosi venose profonde in pazienti oncologici ambulatoriali a rischio.
  • trattamento del tromboembolisrno nella sospensione degli ami-vitamina K per manovre chirurgiche e/o invasive.

Per le prescrizioni di cui alla Legge 648/96 il medico prescrittore deve redigere il MUP
informatizzato presente su Sani.ARP e l'erogazione di tutto il ciclo terapeutico deve essere effettuata in Distribuzione Diretta da parte della struttura pubblica, senza richiedere alcuna prescrizione al MMG.
Il primo ciclo di terapia, corrispondente ai primi 30 giorni verrà erogato dal Servizio di Farmacia ove insiste il Centro Prescrittore, mentre la prosecuzione verrà garantita dal Servizio Farmaceutico Distrettuale.